Ecm e maternita’

Domanda:

Buongiorno, sono un medico competente socio ANMA, ho conseguito il master abilitante alle funzioni di medico competente nel 2013. Per il 2014 e 2015 sono in regola con gli ecm ora sono in maternita' e la data presunta del parto e'ad aprile, mi chiedevo se anche per il 2016 devo conseguire i 50 crediti ecm previsti o ne sono esonerata. E poi il modulo di autocertificazione per il triennio 2014- 2016 dove lo trovo e a chi lo devo spedire? Regna il caos assoluto tanto che nemmeno il mio ordine di appartenenza ha saputo rispondermi. Grazie e cordiali saluti

Risposta:

Gentilissima, auguri e buon proseguimento;

la risposta è nelle determina della Commissione Nazionale per la Formazione Continua del 23/07/-10/10/2014  e del 1/07/2003 di cui si riporta stralcio:

DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014 – 10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM

Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016)

1. L’obbligo formativo standard per il triennio 2014-2016 è pari a 150 crediti formativi.

2. È prevista la possibilità per i professionisti sanitari per il triennio 2014-2016, in virtù della formazione effettuata nel triennio precedente (2011-2013), di avvalersi di una riduzione fino a 45 crediti, secondo gli stessi criteri relativi alle riduzioni individuati dalla determina della CNFC del 17 luglio 2013.

3. L’obbligo formativo individuale è determinato all’inizio del triennio sottraendo dall’obbligo formativo standard le riduzioni calcolate secondo la tabella sotto riportata:

Crediti acquisiti nel triennio 2011-2013     Fabbisogno triennale 2014-2016        Fabbisogno annuale 2014-2016

Da 101 a 150                                                                    105                                                Da 17,5 a 52,5

Da 51 a 100                                                                      120                                                Da 20 a 60

Da 30 a 50                                                                        135                                                Da 22,5 a 67,5

4. Fermo restando l’obbligo di conseguire 150 crediti formativi nel triennio, i liberi professionisti hanno la possibilità di acquisire, per singolo anno, i crediti in maniera flessibile.

 

Art. 2 (Certificazione per il triennio 2014-2016)

1. Al termine del triennio 2014-2016, il professionista sanitario può richiedere i seguenti documenti:

a) attestato di partecipazione al programma ECM;

b) certificato di completo soddisfacimento dell’obbligo formativo.

2. L’attestato di partecipazione al programma ECM contiene esclusivamente l’indicazione del numero di crediti conseguiti qualora gli stessi non soddisfino l’obbligo formativo individuale nel triennio.

3. Il certificato sancisce il completo soddisfacimento dell’obbligo formativo nel triennio.

4. Solo i crediti ECM acquisiti nel rispetto delle norme e dei vincoli definiti dalla CNFC, concorrono al conteggio dei crediti annuali e al completo soddisfacimento dell’obbligo formativo individuale triennale. Il mancato raggiungimento dell’obbligo formativo individuale con crediti conformi alle regole, non consente di ottenere la Certificazione ECM di conformità, anche con un numero di crediti superiori all’obbligo formativo.

5. I documenti di cui sopra sono rilasciati da Ordini e Collegi professionali per quanto riguarda gli esercenti professioni sanitarie regolamentate e ordinate, dalle Associazioni maggiormente rappresentative degli esercenti le professioni sanitarie regolamentate ma non ordinate, per quanto riguarda gli iscritti alle stesse, e dalla Segreteria della Commissione nazionale per i professionisti che svolgono professioni sanitarie regolamentate ma non ordinate e non sono iscritti alle Associazioni ora citate.

 

DETERMINA DELLA CNFC DEL 17 luglio 2013 – Esoneri, Esenzioni, Tutoraggio Individuale, Formazione all’estero, Autoapprendimento

§2. Esenzioni

Sono esentati dall’obbligo formativo ECM, nella misura di 4 crediti per ogni mese nel quale il periodo di sospensione dell’attività professionale sia superiore a 15 giorni, i professionisti sanitari che sospendono l’esercizio della propria attività professionale a seguito di: a. congedo maternità obbligatoria: D.lgs. n.151 del 26/03/2001 e successive modifiche e integrazioni b. congedo parentale: D.lgs. n.151 del 26/03/2001 e successive modifiche e integrazioni